Incremento dei costi corrispondente all’incremento di una unità prodotta o venduta. In termini trasportistici, i costi marginali sono i costi variabili che corrispondono al costo di un veicolo addizionale o di un’unità di trasporto addizionale che utilizza un’infrastruttura.
Tra le sue componenti rientrano: i costi operativi (costi per l’energia, il lavoro e alcuni costi di manutenzione); i costi dei danni all’infrastruttura (spese per il rifacimento del manto stradale, di ferrovie e piste e altri costi di manutenzione); i costi della congestione e della scarsità di risorse (ritardi causati ad altri utenti e non, etc.); i costi ambientali (inquinamento atmosferico, idrico e acustico); i costi degli infortuni (danni alle cose, danni alle persone e mancata produzione).