Un nuovo capitolo per la rubrica firmata MULTI LEVEL Consulting e il suo Staff:

A Logistic Interview with…

… per presentarVi chi ci ha reso chi siamo oggi.

Abbiamo chiesto ad alcuni nostri clienti di raccontarsi, di descriverci la loro esperienza del viaggio con noi intrapreso. Cosa li ha spinti a contattarci? Che tipo di progetto è stato effettuato nella loro impresa e che risultati ha prodotto lo stesso?
Queste sono alcune delle domande che andremo a rivolgere ad imprenditori ed imprenditrici, nonché responsabili aziendali, che ci hanno dato fiducia e ci hanno “fatto entrare” nelle loro aziende.
La nona storia che vogliamo raccontarVi ora è quella del Dott. Sandro Ciavattella, CFO di Cantina Tollo, realtà vinicola abruzzese.

1.  Dott. Ciavattella, ci presenti la Sua azienda.
Cantina Tollo
è tra le più importanti e consolidate realtà del settore vitivinicolo italiano. Presente in quasi tutti i paesi dell’Unione Europea, nel Nord America e nel Far East, esporta il 35% della sua produzione, con particolare attenzione ai mercati emergenti di Russia e Cina. I propri soci coltivano oltre 2.700 ettari di vigneti, conferendo mediamente alla Cantina oltre 500 mila quintali di uve.

2. Qual è stato l’input che Vi ha spinti ad approfondire la situazione della Vs. logistica/Supply Chain?
Ad inizio pandemia ci si è chiesti cosa potessimo migliorare per erogare un servizio migliore ai nostri clienti. Dalle analisi interne emergeva che riscontravamo problemi sull’intera filiera della supply chain, e ciò causava inefficienze sia di servizio, che di contenimento dei costi. Avevamo qualche giorno in più in quel periodo per approfondire al meglio questa problematica. Allora decidemmo di rivolgerci a professionisti che ci potessero aiutare a comprendere i problemi e, soprattutto, cercare di risolverli.

3. Come siete venuti a conoscenza di MULTI LEVEL Consulting?
Casualmente: cercando su Linkedin società di consulenza specializzate nella supply chain che avessero avuto qualche esperienza con il mondo del food & beverage, siamo entrati in contatto con il profilo della MULTI LEVEL Consulting, ed ho personalmente contattato il CEO Dario Favaretto. Successivamente, informandoci approfonditamente, abbiamo ricevuto buoni feedback e referenze da chi aveva già collaborato con loro.

4. Effettuato l’Audit, cosa Vi ha portato ad accettare la proposta progettuale?
Abbiamo effettuato una tre giorni di full immersion con Dario. L’immediata percezione di professionalità, però calata in una realtà a misura d’uomo, ci ha aiutato nella scelta: abbiamo intravisto sin da subito, nel proposta della MLC, professionisti che si sarebbero messi immediatamente a disposizione della nostra struttura attraverso una progettualità schietta e approfondita.

5. Che tipologia di progetto è stata effettuata presso la Vs. azienda e che durata ha avuto?
Il progetto è ancora in corso. Nel primo anno si è lavorato molto nel formare hard e soft skills necessarie a portare l’organigramma al livello richiesto dal modello organizzativo condiviso con la MLC, attraverso comunque una crescita sostenibile, riducendo al tempo stesso le inefficienze. In questo secondo anno il focus è sulla specializzazione delle attività inerenti la Supply Chain, attraverso la creazione di team dedicati alle analisi e risoluzioni delle tematiche emergenti dalle suddette attività.

6. Durante la fase di realizzazione delle attività, avete riscontrato un aumento di know how da parte di chi ne seguiva lo sviluppo?
Sicuramente si, io in prima persona ho appreso alcune nozioni che non conoscevo, ma in generale la stessa struttura è cresciuta a più livelli. È importante la formazione “on the job” nelle aziende e, purtroppo, a volte la si trascura troppo.

7. Quali e quante difficoltà avete riscontrato nella definizione ed implementazione del progetto?
La difficoltà maggiore è stata quella di conciliare la nostra attività ordinaria con la consulenza. Nel primo anno la presenza è stata intensa, frutto di molteplici incontri. Molto spesso diventava difficile per la struttura seguire con puntualità tutte le riunioni. Il percorso è stato importante e fitto, con varie rettifiche apportate in corso d’opera. Un piccolo stop estivo 2021 per far digerire alla struttura le modifiche intraprese in tutti i settori della supply chain, per poi ripartire a fine settembre con nuove idee, obiettivi e progetti.

8. Dopo quanto avete riscontrato i primi segnali di miglioramento all’interno della Vs. struttura e quali sono stati i principali vantaggi che avete raggiunto grazie al ns. intervento?
Il primo segnale è stato riscontrato in produzione. L’azienda, negli ultimi anni, sta crescendo in modo importante con la numerica delle bottiglie prodotte. Sempre più difficoltà si sono avute nel seguire il mercato. La MLC ci sta dando metodo ed organizzazione per permetterci di crescere e di poter produrre sempre di più. L’azienda è in forte crescita, e l’analisi dei processi sull’intera filiera della supply chain ci può permettere di non perdere efficienza, anzi, di acquisirne sempre più.

9. Consigliereste la consulenza di MULTI LEVEL Consulting a Vs. Clienti o Partner per migliorare la Supply Chain della loro filiera?
Sicuramente si, possiamo certificare il lavoro svolto dalla MLC. Un gruppo di professionisti che amano il proprio lavoro e che possono dare un valore aggiunto al cliente.

 

Dott. Sandro Ciavattella
intervistato da Daniele Bellinaso