(XINHUA) – PECHINO, 3 OTT – La Cina ha designato sei regioni a livello provinciale come aree pilota per la riduzione dei costi e l’aumento dell’efficienza nel campo della logistica: l’iniziativa rientra nell’ambito degli sforzi del Paese per cercare di stimolare ulteriormente la crescita del settore. Secondo un documento pubblicato dalla più importante autorità di pianificazione economica del Paese e dal ministero dei Trasporti cinese, le Province di Shanxi, Jiangsu, Zhejiang, Henan e Sichuan e la Municipalità di Chongqing adotteranno misure di riforma sulla base delle condizioni locali a partire da questo mese fino ad agosto 2021. La Cina ha il più grande mercato logistico del mondo, con un volume complessivo pari a 283.100 miliardi di yuan (circa 39.610 miliardi di dollari) nel 2018. Il rapporto tra le spese logistiche totali e il Pil si è attestato al 14,8% alla fine dello scorso anno. Secondo la China Federation of Logistics and Purchasing, il valore totale della logistica cinese nel periodo gennaio-agosto di quest’anno è cresciuto del 5,8% su base annua a quota 188.600 miliardi di yuan.

Nei primi otto mesi dell’anno, i costi logistici totali sono arrivati a quota 8.900 miliardi di yuan, in crescita del 7,8% su base annua. (XINHUA).

fonte: ANSA