Polo logistico e grande opportunità di sviluppo per il territorio.

Firenze si candida a ospitare il quartier generale in Italia di Aliexpress, il servizio B2C del colosso cinese dell’e-commerce Alibaba: lo ha rivelato il sindaco Dario Nardella, raccontando di «un colloquio molto positivo e fruttuoso con il numero 1 di Aliexpress» nel corso di un’intervista al programma “La pancia” su Rtv38.

«Ho proposto Firenze per portare qui il quartier generale, e so che il gruppo cinese ci sta pensando seriamente», ha spiegato Nardella, secondo cui un eventuale insediamento della società «sarebbe una occasione straordinaria per creare occupazione: non dimentichiamo che noi abbiamo ancora tanta strada da fare sul settore del lavoro, soprattutto per i giovani, e avere qui il cuore del polo logistico di questo colosso cinese secondo me potrebbe essere una grande opportunità».

AliExpress è una piattaforma business to consumer, un servizio di negozi online composto da piccole imprese che offrono prodotti a acquirenti online internazionali, che opera in 220 Paesi con un sistema supportato da 20 lingue in Europa, Russia, Nord e Sud America, Nord e Medio Oriente. «Nel futuro, in tutto il mondo, puntiamo a un milione di Pmi e in Italia, nostro focus, auspichiamo di avere 100mila venditori», ha affermato nei giorni scorsi il direttore generale Wang Mingqiang, sottolineando che «per i prossimi 5-10 anni faremo dell’Italia il Paese principale di riferimento per la vendita in Italia, Europa e mondo, generando volumi di miliardi di euro o dollari».

Qin Qing, capo del progetto Italia di Aliexpress, aveva ammesso a sua volta «l’attenzione delle istituzioni, ad esempio il sindaco di Firenze» per i progetti della società, osservando come «si debbano costruire le infrastrutture di e-commerce e puntare sulla formazione. Per questo, ci saranno progetti con Camere di commercio e università».

fonte: transportonline