I camion futuristici che sembrano maxi iPod stanno per conquistare gli Usa, grazie a un round di serie A di 25 milioni di dollari. La startup svedese Einride che produce veicoli elettrici a guida autonoma per il trasporto merci ha appena annunciato il finanziamento, che sarà usato per l’espansione in America. Il round è stato guidato da EQT Ventures e NordicNinja VC, un fondo che gode il supporto di Panasonic, Honda, Omron e la Japan Bank for International Cooperation. Al round hanno partecipato anche altri investitori: Ericsson Ventures, Norrsken Foundation, Plum Alley Investments e Plug and Play Ventures. Questo ultimo finanziamento porta la raccolta complessiva della startup a 32 milioni di dollari.

Einride è nata nel 2016 con l’idea di produrre camion per il trasporto merci che si guidano da soli dal design particolare. In effetti, i veicoli, che la startup chiama “pod”, pur essendo pensati per trasportare carichi pesanti e svolgere tutte le funzioni nel settore dell’autotrasporto, si fanno notare nelle strade per il loro aspetto futuristico che li fa sembrare appena usciti da un blockbuster di fantascienza. Robert Falck, founder e Chief Executive di Einride, ha detto che l’iniezione di liquidità permetterà all’azienda di investire ancora di più della sua piattaforma software, oltre che nell’espansione territoriale:

“La nostra ambizione è di stravolgere l’industria dei trasporti e questo round ci avvicina all’obiettivo, espandendoci negli Usa e rispondendo alla domanda crescente dei clienti”.

La startup ha già firmato vari contratti tra cui uno con il fornitore di logistica DB Schenker e poi con la catena di supermercati Lidl; ha annunciato deals anche negli Usa. Il 2019 è stato ottimo per Einride, che a maggio ha ottenuto l’autorizzazione dell’agenzia di trasporto pubblico svedese per portare i suoi camion su strada. Il modello T-Pod, che è stato presentato nel 2017, ha attraversato le strade pubbliche svedesi percorrendo una tratta da un terminal di spedizioni e un grande magazzino. L’autocarro viaggia a una velocità di 5 km orari ma ha una capacità di 26 tonnellate: non avendo il conducente, secondo la società, il T-Pod riduce i costi operativi del trasporto merci su strada di circa il 60% rispetto a una consegna fatta con un comune camion a benzina con conducente.

fonte: FORTUNE